Il nostro apparato visivo occupa circa il 45% del sistema nervoso centrale, se ne deduce che le interazioni  e le connessioni l’intero organismo sono molteplici. E’ bene quindi sempre accertarsi della piena funzionalità della nostra vista.

La diplopia, ovvero lo sdoppiamento della vista, non è solo una disfunzione ottica ma può diventare anche una spia dall’allarme per l’approssimarsi di malattie.

Tale anomalia è  frequente di quanto si pensi, che può avere diverse cause — spiega Stefania Bianchi Marzoli, direttore del Servizio di Neuroftalmologia dell’Istituto Auxologico italiano di Milano.

Quando si presenta un disturbo del genere è necessaria una minuziosa visita neuroftalmologica che comprenda accertamenti specifici, variabili da caso a caso in relazione alla causa sospettata.  Le patologie che ne derivano spesso sono lega all’ ipertensione arteriosa, il diabete o malattie come la sclerosi multipla, che possono manifestarsi proprio con uno sdoppiamento dell’immagine.