indexNel nostro Paese si coltivano con metodo biologico più di 1,3 milioni di ettari di terreno, pari a oltre il 10% della superfice agricola totale. La coltura maggiormente praticata è quella dell’olivo, seguita da quella della vite.

Settembre è anche il mese dell’uva, un prezioso frutto di stagione, ricco di virtù salutari e proprietà benefiche. L’uva infatti contiene fibre, vitamine A, B1, B2, C, PP e sali minerali tra cui calcio, fosforo, ferro, magnesio, potassio, sodio.

Secondo alcuni studi, l’uva è anche un anticancerogeno naturale e previene i problemi legati alla circolazione cardiovascolare. Non bisogna però mangiarne troppa, a causa dell’elevata presenza di zuccheri è infatti molto calorica e quindi sconsigliata per i diabetici. Va mangiata preferibilmente con la buccia perché sembra che allontani il virus influenzale. Questo dolcissimo frutto è un vero elisir di salute: favorisce la digestione grazie alle fibre contenute negli acini che a loro volta favoriscono la regolarità intestinale; è un frutto dissetante che aiuta a eliminare le tossine nocive e a depurare l’organismo; riduce la formazione dei radicali libri e regola il colesterolo. Inoltre, contribuisce a tonificare i muscoli, a ringiovanire la pelle e a rafforzare il cuore.

L’autunno è la stagione migliore per mangiare uva di qualità. Ovviamente, è importante che sia bio!