Si chiama Lybra, potrebbe trovarsi, sulle nostre strade, potremmo calpestarlo con le nostre auto in qualsiasi momento.  E’ un dosso stradale che produce energia. nasce dall’idea  di Andrea Pirisi, Massimiliano Nosenzo e Andrea Corneo, per Underground Power, i tre giovani ingegneri elettrici di Rescaldina, hanno sperimentato Lybra, nella provincia di Milano.

Il dispositivo funziona attraverso un rallentatore di velocità fatto di gomma e acciaio; lungo dieci metri. Passando sul dosso si produrrà energia cinetica, che verrà catturata da una dinamo e successivamente trasformata in corrente alternata.

Il dosso come prima prova sarà collocato in un centro commerciale del paese, che tramite il progetto Creative Attitude, per la sostenibilità ambientale dei propri punti vendita, ha finanziato il progetto dei giovani ingegneri.

Considerata la frequenza al centro commerciale si stima in media 8.500 auto al giorno. Ciò permetterà di ottenere 100mila chilowattora di energia all’ anno, pari a quanto produce un impianto fotovoltaico di 80KW o a 19 tonnellate di petrolio.