Stando ai dati pubblicati nell’ultimo report sul diabete redatto dal Dipartimento per le Attività sanitarie e Osservatorio epidemiologico dell’assessorato regionale della Salute della Sicilia, in Italia vi sono almeno 3 milioni di persone affette da diabete. A queste si aggiunge una quota di quasi un milione di pazienti affetti, che non ne sono ancora a conoscenza.

 

Ma quali sono le cause all’origine della malattia?

 

Il Diabete deriva principalmente da una carenza o da un’efficacia diminuita di insulina che è prodotta normalmente dalle beta cellule del pancreas, che causa un alto livello di zuccheri nel sangue.

 

Vi sono diversi tipi di diabete:

 

Diabete mellito 1: a causa di un irreversibile danneggiamento  delle beta cellule pancreatiche che non riescono così a produrre insulina. Secondo alcuni studi ciò potrebbe essere causato dalla presenza, nel paziente,  di un sistema immunitario eccessivamente attivo che va ad attaccare anche le proprie cellule tra cui anche quelle del pancreas, e può avere radici genetiche. I rischi di sviluppare il diabete di tipo 1 sono simili in tutti i gruppi etnici: tra le cause, infatti, potrebbero esservi virus o anticorpi esterni presenti nel latte vaccino assunto durante l’infanzia.

 

Diabete mellito tipo 2: è causato da una particolare resistenza all’insulina da parte dell’organismo.  Tuttavia, il livello dell’insulina può essere normalizzato assumendone dosi esterne. Può essere inoltre causato da un peso corporeo in eccesso o da un’attività fisica insufficiente. È particolarmente osservato nelle popolazioni della zona sud-est asiatica, Afro-caraibica, polinesiano, nel Medio Oriente e nel continente americano. Può avere anche origini ereditarie, ed essere causato dall’assunzione di droghe, diuretici, da un’alimentazione ad alto indice di glucosio, da una carenza di fibre nell’alimentazione.

 

Diabete in gravidanza: può manifestarsi durante la gravidanza, anche in pazienti che non ne abbiano mai sofferto prima. Colpisce circa il 5% delle gestanti. Se non controllato, può degenerare nel diabete di tipo 2.

 

Diabete giovanile:  è causato da un difetto genetico che pregiudica la funzione delle beta cellule con conseguente alterazione nella secrezione dell’insulina.

 

Diabete Secondario: si manifesta in correlazione ad altre malattie che colpiscono il pancreas o altri organi endocrini. Ne è affetto circa il 2% dei pazienti  diabetici. Alcune delle cause del diabete secondario includono: fibrosi cistica, pancreatite cronica, rimozione chirurgica del pancreas, cancro al pancreas, sindrome di Cushing, acromegalia, thryrotoxicosis, glucagonoma, peochromocytoma, lipodistrofia Congenita, l’Acanthosis nigricans ecc.