Cuore e sauna Un nuovo studio finlandese ha messo in evidenza un legame del tutto insolito: la sauna e la salute del cuore. Secondo lo studio, condotto su un campione di 2315 persone tra i 42 e i 60 anni, all’aumentare del numero di saune fatte settimanalmente si riduce il rischio di malattie cardiovascolari. Lo studio è durato ben 21 anni ed è emersa una riduzione del rischio di morte per malattie cardiache e del rischio di mortalità generale. L’aumentare delle sessioni settimanali di sauna da una a due o tre volte a settimana, oltre ad aiutare a depurare l’organismo e la pelle, aiuta a ridurre il rischio di morte per problemi al cuore del 22%. Se invece le sessioni aumentano a quattro-sette a settimana il rischio si riduce del 63%. Ovviamente anche la durata della sauna incide. Le percentuali sopra riportare si riferiscono a delle sedute di circa 20 minuti, mentre per sedute inferiori agli 11 minuti la diminuzione del rischio si abbassa al 7%.