App per l’HIV

Per scoprire se si è affetti dall’HIV non è più necessario fare delle analisi ma è semplicemente necessario scaricare un’applicazione.

È questa la scoperta di un gruppo di ricercatori della Columbia University che ha creato un dispositivo, da collegare al proprio smartphone, per effettuare un vero e proprio test immunologico affidabile così come quello fatto in laboratorio.

Per questo test è necessario semplicemente scaricare un’applicazione sullo smartphone per ricevere le istruzioni di utilizzo e prelevare un piccolo campione di sangue da un dito per metterlo su un chip che sarà poi inserito nel dispositivo.

In circa 15 minuti sarà possibile rilevare la presenza o l’assenza di tre tipi diversi di anticorpi di tre tipi di malattie sessualmente trasmissibili (HIV, sifilide e sifilide attiva). Il tempo da attendere per il risultato è così breve da rendere poi tempestivo l’eventuale trattamento terapeutico.

Il dispositivo, per la sua importanza, ha un costo del tutto irrisorio, solo 34 dollari, è semplice da usare ed è a basso consumo energetico, in quanto è stato studiato per essere utilizzato in quei paesi, come ad esempio alcuni africani, in cui l’elettricità non è sempre garantita e disponibile.

Questo dispositivo potrebbe essere dunque in grado di ridurre di 10 volte i decessi per malattie di questo tipo. È quindi la sua diffusione nei paesi in via di sviluppo l’obiettivo principale del gruppo di ricerca.